Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

L'associazione "La Clessidra" organizza una settimana di eventi per dire "no" alla violenza sulle donne. Da Patti a Novara di Sicilia passando per S. Piero

Categoria: Società
Pubblicato Sabato, 15 Novembre 2014 09:57
Scritto da Salvatore Pantano
Visite: 995

Si avvicina la data del 25 novembre in cui si “celebra” la giornata mondiale contro la violenza di genere. Secondo l’Istat, il principale istituto italiano di statistica, nel nostro Paese il fenomeno della violenza e dei maltrattamenti contro le donne è purtroppo molto diffuso. Sono stimate in quasi 7 milioni le donne italiane tra i 16 e i 70 anni che hanno subito nel corso della vita, dentro o fuori della famiglia, una forma di violenza, fisica o sessuale. Un milione 400 mila donne hanno subito forme di violenza sessuale prima dei 16 anni; oltre 7 milioni di donne hanno subito o subiscono violenza psicologica. Spesso, inoltre, coloro che subiscono forme di violenza psicologica sono anche vittime di violenze fisiche o sessuali. Negli ultimi anni una crescente sensibilizzazione da parte delle associazioni di carattere sociale e la diffusione sul territorio dei centri d’ascolto ha reso ancora più chiara ed evidente la gravità del problema. Le associazioni e centri di ascolto prestano ogni giorno assistenza (psicologica, materiale e di consulenza legale) a chi è vittima di maltrattamenti.

Anche nel nostro territorio esiste una realtà simile attiva già da qualche anno: l’associazione La Clessidra e il centro antiviolenza “No al silenzio” di S. Piero Patti. Anche quest’anno il sodalizio vuole ricordare il 25 novembre Giornata Mondiale per l’eliminazione della violenza di genere con una settimana di iniziative mirate  a sensibilizzare sul sempre attuale problema della violenza sulle donne. Vari comuni stanno aderendo alle iniziative  dando il gratuito patrocinio, ma soprattutto associazioni di volontariato e collaboratori che a vario titolo sosterranno le operatrici del Centro per rendere incisivo l’evento. Tanti simboli un solo impegno per fronteggiare questa grave problematica.  Ecco il calendario degli eventi:

23 Novembre ore 16.30 Patti Marina presso lungo mare,  un gruppo di ragazze coordinate dalla Prof. Marilia Gugliotta realizzerà istallazioni artistiche;

25 Novembre ore 21.00  Novara di Sicilia  presso  il Teatro Riccardo Casalaina l’associazione teatrale  Don Enrico Ferrara metterà in scena le storie di Ferite a Morte di Serena Dandini;

27 Novembre dalle ore  9.00  San Piero Patti presso Piazza Duomo stand informativi e in via Leonardo da Vinci istallazioni  artistiche;

29  Novembre ore 18.30  Librizzi presso sala consiliare G. Pizzino il gruppo Agesci di San Piero Patti, in un gioco di luce ed ombre  interpreterà le storie  delle donne ferite a morte di Serena Dandini;

30 Novembre dalle ore  9.00 Montalbano Elicona in Piazza Maria  SS della Provvidenza stand informativi e istallazioni  artistiche;

30 Novembre ore 18.30 Gioiosa Marea presso Circolo Mediterraneo in collaborazione al Circolo culturale H2donne,  a cura dell’attrice Maria Scafidi, un tandem artistico ormai collaudato in sinergia tra danza e teatro, parteciperà il gruppo donne della Fraternita di Misericordia di San Piero Patti.

Musiche e coreografie di tutte le iniziative a cura della ballerina Valentina Messina.

Durante la settimana itinerante verranno offerte piante grasse in cambio di un piccolo contributo. Il ricavato permetterà la realizzazione di un centro studi  sulla questione femminile che sarà dedicato alla pakistana Malala,  premio nobel per la pace  2014 per aver lottato, a rischio della propria vita, per  il diritto delle donne allo studio e all’istruzione. Per tutto il mese di Novembre campagna di sensibilizzazione sul web. (FB: Centro Antiviolenza NoalSilenzio) “Dì No alla Violenza con un selfie”