Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

Sapori&Ricordi (6). Gli involtini alla palermitana

Categoria: Sapori & Ricordi
Pubblicato Sabato, 28 Marzo 2015 09:34
Scritto da Giacinta Fazio
Visite: 841

a cura di Giacinta Fazio

Sesto appuntamento con la cucina siciliana: oggi è la volta di un secondo davvero eccezionale che appartiene ai classici cibi poveri che, in realtà, di povero non ha proprio nulla, vista la varietà degli ingredienti! Fa parte della categoria dei piatti poveri perché, in passato, veniva preparato utilizzando ciò che si aveva in casa e scegliendo tagli di carne di seconda scelta, dunque più economici. Tutti gli ingredienti sono, ovviamente, quelli tipici della nostra bella isola: uvetta, pinoli, alloro, cipolla e caciocavallo. L’insieme di questi sapori rende la preparazione particolarmente ricca e piena di contrasti e sfumature. Appartenendo alla categoria dei piatti poveri, presenta numerose varianti, proprio perché ognuno, in passato, utilizzava quello che aveva in casa. Dunque, c’è chi aggiunge nel ripieno il prosciutto cotto o il salame, le olive nere, il pomodoro o erbette aromatiche quali il prezzemolo o il finocchietto selvatico. Anche il sistema di cottura può variare: c’è chi li cuoce al forno, chi alla griglia e chi, se può disporre di spazi all’aperto, alla brace!

 

Qui gli ingredienti degli “spitini” poveri a cui, naturalmente, ognuno può aggiungere ciò che preferisce:

FETTINE di VITELLO : 800 gr.

CIPOLLE : 3

ALLORO: 40 foglie

PANGRATTATO: 100 gr.

CACIOCAVALLO (o provola fresca): 100 gr.

UVA SULTANINA: 60 gr.

PINOLI: 40 gr.

PREZZEMOLO: 1 ciuffetto

SALE: q.b.

PEPE: q.b.

OLIO extra vergine d’oliva: q.b.

STECCHINI di legno lunghi

 

Mettiamo a mollo l’uvetta in acqua calda per 5 minuti. Nel frattempo trituriamo finemente il formaggio. Strizziamo l’uvetta e trituriamola grossolanamente insieme ai pinoli.

Mettiamo in una padella una cipolla, dopo averla sminuzzata molto finemente e facciamola imbiondire con un bel po’ d’olio. Fatto questo, aggiungiamo nella stessa padella il pangrattato, facendolo rosolare appena appena. Raffreddato il tutto, aggiungiamo l’uvetta e i pinoli, il prezzemolo, il formaggio e un po’ di pepe. Mescoliamo il tutto e amalgamiamo aggiungendo, eventualmente, un po’ d’acqua. Ecco: il nostro ripieno per gli involtini è pronto!

Ora bisogna prendere le fettine di carne e batterle col batticarne per renderle molto sottili. Saliamo leggermente e mettiamo su ogni fettina 2 o 3 cucchiai di ripieno. Arrotoliamo le fettine su sé stesse e tagliamo in due o in tre parti ( a seconda delle dimensioni) formando le bracioline delle dimensioni desiderate. Ora confezioniamo gli “spitini”, infilzando con lo stecchino di legno ogni rotolino di carne alternando con una fettina di cipolla e una foglia d’alloro. Confezioniamo ogni spiedino con 5 o 6 rotolini di carne, cominciando e finendo con una foglia d’alloro e una fettina di cipolla.

Spennelliamo con olio e passiamo nel pangrattato. Cuociamo alla griglia o alla brace. Se scegliamo la cottura al forno, portiamo quest’ultimo alla temperatura di 190° e cuociamo per circa 20 m.

Gli “spitini” vanno serviti caldi caldi con un bel contorno di verdure e patate.

 

Se la fretta, o la pigrizia vi impediscono di cucinare e desiderate assaggiare questa prelibatezza venite a trovarci. 

HOME FOOD LE POIANE - C/da Manganello 2, San Piero Patti. Per prenotazioni (max 6 persone): Tel 0941-661698 / 320-035629 https://www.facebook.com/homefoodlepoiane