Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

Sapori&Ricordi (20). Le sarde a beccafico

Categoria: Sapori & Ricordi
Pubblicato Sabato, 04 Luglio 2015 19:36
Scritto da Giacinta Fazio
Visite: 890

Per il nostro ventesimo appuntamento un secondo piatto gustosissimo: sarde a beccafico, un connubio di sapori e odori che si mescolano rendendo la pietanza particolarmente saporita e ghiotta. E’ una della tante ricette tramandateci dai domestici delle cucine baronali siciliane. Infatti costituisce la modifica di un piatto prelibato nel quale, invece delle sarde, c’erano degli uccelletti chiamati “beccafichi” i quali, ghiotti per l’appunto di fichi, diventavano particolarmente cicciottelli e costituivano una leccornia delle tavole nobiliari. Il popolo, non potendosi permettere gli uccelletti, utilizzava le sarde. In Sicilia esistono molte varianti di questa ricetta. Quella che vi propongo, naturalmente, è quella palermitana.

Ingredienti per 4 persone:

SARDE FRESCHE: 800 g.

ALLORO: alcune foglie

ARANCIA: il succo di una

MIELE: 2 o 3 cucchiaini

Per il ripieno:

PANGRATTATO: 100 g.

UVETTA: 50 g.

PINOLI: 50 g.

PREZZEMOLO tritato: 1 cucchiaio

ACCIUGHE sott’olio: 4

ZUCCHERO: 1 cucchiaino

SALE: q.b.

OLIO extra vergine d’oliva: q.b.

Per prima cosa puliamo ben bene le sarde diliscandole e squamandole. Laviamole e asciughiamole lasciandole aperte a libro. Abbrustoliamo la mollica in un padellino con un po’ d’olio e, nel frattempo, lasciamo ammollare l’uvetta in acqua calda.

Mettiamo la mollica abbrustolita in una ciotola e uniamo l’uvetta ben strizzata, i pinoli, il prezzemolo tritato, le acciughe tritate, lo zucchero ed il sale. Amalgamiamo il tutto con un cucchiaio di legno e disponiamo un cucchiaino di questo composto su ogni sarda in modo che la pelle resti all’esterno. Arrotoliamo le sarde su sé stesse, cominciando dalla parte della testa in modo che la codina resti all’esterno. Disponiamo via via le sarde in una pirofila unta d’olio adagiandole ben vicine una all’altra alternandole con una mezza foglia d’alloro. Fatto questo, cospargiamole con il rimanente composto di mollica e irroriamo con succo d’arancia condito con olio. Infine mettiamo il miele a filo con un cucchiaino.

Inforniamo a 180°-200° per 20 minuti. Una volta sfornate, copriamo la pirofila con una stagnola e serviamole dopo che sia trascorsa una mezz’oretta. Accompagniamo con una bella insalata e del buon vino bianco siciliano.

Se la fretta, o la pigrizia vi impediscono di cucinare e desiderate assaggiare questa prelibatezza venite a trovarci. 

HOME FOOD LE POIANE - C/da Manganello 2, San Piero Patti. Per prenotazioni (max 6 persone): Tel 0941-661698 / 320-035629 https://www.facebook.com/homefoodlepoiane