Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

Superstrada Patti- S. Piero Patti: proseguono i lavori ma non senza incognite...

Un tratto già asfaltato in prossimità del viadotto LibrizziProseguono a ritmo serrato i lavori per il completamento del secondo lotto della strada a scorrimento veloce Patti – S. Piero Patti. Dopo la conferenza tecnica convocata dall’amministrazione comunale di Librizzi lo scorso febbraio per chiarire alcuni punti nodali sullo sviluppo del progetto, i tecnici della Provincia e l’impresa hanno dato nuovo slancio ai lavori che adesso si stanno concentrando soprattutto nel tratto successivo al centro agroalimentare di località Prato, nel territorio di Librizzi. Per quanto riguarda il tratto precedente si è agli sgoccioli: l’impresa esecutrice, dopo il completamento del tracciato dei mesi scorsi, ha realizzato il fondo stradale fino all’innesto con il minisvincolo del centro agroalimentare. Di fatto l’intera tratta della superstrada a partire dall’imbocco allo svincolo autostradale di Patti e fino alla località Prato di Librizzi è già completa e sarebbe percorribile (si tratta dei lotti 1 e 2 per un totale di circa 7 km). Dall’inizio del nuovo cantiere - nei pressi del viadotto Librizzi oggi completo e asfaltato - la strada è di fatto libera da ostacoli ma al momento la circolazione è solo consentita ai mezzi d’opera: ufficialmente si tratta ancora di una zona di cantiere e inoltre devono essere ancora ultimate le barriere di sicurezza e segnaletica orizzontale e verticale. «Abbiamo mantenuto la promessa del completamento del primo tratto nel giro di due mesi – afferma l’ing. Benedetto Sidoti Pinto, dirigente del settore viabilità della Provincia – per favorire l’accesso al centro agroalimentare di Prato come chiestoci dal sindaco di Librizzi Cilona; adesso ci stiamo concentrando sulla prosecuzione verso S. Piero Patti. Pensiamo di mantenere l’impegno di realizzare l’opera fino a metà di monte Spinello e utilizzare la ribassa d’asta per la bretella che collegherà la superstrada alla s.p. 122 a monte di Colla Maffone nei pressi dell’ex mattatoio comunale». In effetti i lavori sul versante della montagna proseguono con la realizzazione dei gabbioni in pietra sui cui passerà il tracciato della strada. Secondo l’ing. Sidoti Pinto, alla Regione, fermo per il completamento dell’opera, ci sarebbe ancora 1 milione di euro di fondi risalenti addirittura ai primi anni ’90. Si tratta ancora di parte dei finanziamenti ottenuti dal deputato regionale Nino Galipò all'epoca del primo progetto. Ma intanto resta il problema del collegamento veloce a valle di Colla Maffone: di fatto la strada anche se percorribile non ha ancora nessuno sbocco sulla sp 122, la vecchia Patti- S. Piero. E in ballo ci sono ancora le soluzioni prospettate dall’amministrazione comunale di Librizzi e dal comitato Valle del Timeto nei mesi scorsi. © RIPRODUZIONE RISERVATA