Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

Patto per il Sud: anche S. Piero e Librizzi figurano negli elenchi con ben 4 progetti. Ma i soldi ci sono?

Un inizio d’anno ricco di promesse per i comuni siciliani beneficiati, almeno sulla carta, da milionate di euro di finanziamenti per progetti e infrastrutture di vario tipo. Dopo l’elenco delle opere incluse nel Masterplan per la Città metropolitana di Messina tra le quali figura anche il terzo lotto della strada a scorrimento veloce Patti- Taormina (tratto Colla di Librizzi- S. Piero Patti), in queste ore si parla anche di un altro elenco “dei sogni”, quello del cosiddetto Patto per il Sud- Sicilia 2015 approvato dalla giunta Crocetta lo scorso 29 dicembre. Un provvedimento che elenca decine di interventi in ambito di tutela ambientale del territorio, di sviluppo infrastrutturale e turistico-culturale che nelle intenzioni della Regione (e su indicazione delle singole amministrazioni comunali) dovranno essere realizzati o completati da qui a un biennio. L’elenco, approvato in sede di giunta regionale, riprende il documento programmatico già varato dalla Presidenza del consiglio dei Ministri ed è il frutto della contrattazione tra Stato e Regione attuata nei mesi scorsi sulla tematica della programmazione di interventi e, soprattutto, il trasferimento di risorse economiche.

Nell’elenco figurano anche i comuni della valle del Timeto, in particolare S. Piero Patti (con ben 3 interventi), Librizzi (1 intervento) e Patti (3 interventi). Nello specifico per S. Piero Patti sono stati inseriti: il Progetto di consolidamento a protezione del versante nord del centro abitato (1 milione 559 mila euro, apertura cantiere prevista per il 2016); il Progetto per nuove opere di consolidamento del centro abitato tra via Da Vinci e via Catania (2 milioni 10 mila euro, apertura cantiere prevista per 2016), e un secondo progetto di consolidamento del versante nord del centro- stralcio funzionale Via Margi (1 milione 526 mila euro, anche qui apertura del cantiere prevista per il 2016). Opere importanti, soprattutto quelle per la zona nord del centro sampietrino non ancora consolidata.

Librizzi rientra nell’elenco con un progetto che risale al 2005 e che riguarda il consolidamento del centro storico e la realizzazione di cunettoni per la raccolta delle acque nella zona est (quartieri Petrolo, Forgia sup. e inferiore) per un importo di 3 milioni e 935 mila euro. Si tratterebbe di un intervento importante in una zona ad alto rischio idrogeologico (classificata come R4 P4) dove ancora non è stato possibile realizzare alcun consolidamento (a differenza delle opere realizzate sul versante più di dieci anni fa).

Il maggiore centro del comprensorio, Patti, rientra nell’elenco con ben 3 progetti che vanno dal consolidamento della zona di Case Nuove Russo (2 progetti, totale 3 milioni 380 mila euro) al progetto che riguarda le opere di salvaguardia della costa tra Patti Marina e Mongiove (18,5 milioni di euro).

Cifre importanti che però al momento restano solo sulla carta: infatti si tratta solo di un documento programmatico per il quale non è ancora certo l’iter di assegnazione delle risorse. Né tantomeno è chiaro da dove esattamente arriveranno questi soldi (nell’elenco si fa riferimento ai fondi per lo Sviluppo e Coesione- FSC 2014-2020 così come il Governo nazionale parla di fondi propri e al contempo di fondi della programmazione europea non ancora sfruttati) e se la copertura economica sarà garantita per tutti i progetti tenuto conto che l’attuale elenco regionale (oltre 130 progetti) ha un importo complessivo che supera i 2 miliardi di euro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA