Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

San Piero Patti | Grande partecipazione alla I^ Giornata del dono e dell'ingegno sampietrino.

Si è conclusa con grande successo la Giornata del dono e dell'ingegno sampietrino, svoltasi ieri nei locali della Biblioteca comunale “Helle Busacca”. Una giornata tutta rivolta ai sampietrini che dell'arte, nelle sue varie espressioni, ne hanno fatto uno stile di vita e un modo per esprimere sé stessi e il proprio mondo.

L'intento della giornata dedicata all'ingegno - inteso come frutto di un proprio pensiero tramutato in un dipinto, un disegno, una scultura, un manufatto, una poesia, un quadro - era quello di avvicinare e coinvolgere ogni singolo artista nelle attività culturali promosse, e da promuovere, dalla Biblioteca comunale. Come evidenziato dall'assessore Taranto e dal consigliere d'opposizione Ferro, membri del comitato promotore, lo scopo è quello di fare della Biblioteca comunale un centro propulsore di idee che abbiano come comune denominatore la Cultura. Sottolineando il valore di quest'ultima che, a discapito di quello che si pensa, può dare un impulso all'economia di un luogo se saputa sfruttare puntando su ciò che una comunità può ancora offrire.

Non a caso è stata scelta la data del 2 febbraio, giorno della Candelora nel calendario cristiano, festa della candele, simbolo di Cristo “per illuminare le genti”, ad indicare metaforicamente la strada da seguire tutti assieme, per creare una comunità solidale e collaborativa ripartendo dalla Cultura, l'unica in grado di unire al di là della politica e delle religioni.

Presenti alla manifestazione il sindaco con il neo assessore al turismo e spettacolo, Massimiliano Giambrone, mentre a fare gli onori di casa l'assessore Taranto il quale ha spiegato il senso e lo scopo della giornata insieme al consigliere Ferro. La giornata è culminata con la “cerimonia del dono” nella quale ogni artista ha donato alla Biblioteca una sua opera, motivandola e spiegando la propria attività. A fine serata gli artisti e le associazioni presenti sono stati invitati a dare la propria disponibilità a partecipare ai futuri ed ambiziosi progetti promossi dalla Biblioteca comunale.

Bilancio più che positivo per questa prima edizione che è stata anche un'occasione per un sano e civile confronto fra i presenti, all'insegna di un clima di convivialità e di buoni propositi per il futuro.