Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

San Piero Patti. Prende il via domani “Percorsi di Pietre Emozionali: Multiculturalismo e Arte, una visione creativa del mondo”.

 

Parte domani 18 luglio la IV^ edizione dei Percorsi di Pietre Emozionali, l'ormai consueto evento artistico organizzato da Schegge d'arte. Quest'anno la manifestazione si presenta particolarmente arricchita e pone l'attenzione su dei temi di grande attualità: la multietnicità e lo scambio culturale.

Per affrontare queste delicate tematiche, lo scultore Milo Floramo, fondatore dell'associazione Schegge d'arte, si è avvalso della preziosa collaborazione dell'artista messicano Iván Leaňos. Infatti l'edizione 2016 della Mostra di Arti Visive, allestita all'interno del Convento dei Carmelitani Calzati, sarà il frutto di un gemellaggio artistico tra Messico e Italia.

Da quando il maestro sampietrino Floramo e l'artista zacatecano Iván Leaňos si sono conosciuti, durante l'ultimo Simposio Internazionale di Scultura, organizzato a San Piero Patti nel 2014, si è creato un sodalizio artistico e umano che ha portato i due maestri ad un'intensa e fruttuosa collaborazione. Da questa intesa è nata l'idea di creare una piattaforma comune che desse l'opportunità agli artisti messicani e italiani di comunicare, scambiare conoscenze e condividere intenti. Ciò ha portato il maestro sampietrino, alla fine del 2015, a volare in Messico, a Zacatecas, per tenere un corso di scultura sul marmo dal vivo, al quale hanno preso parte 27 artisti messicani.

Questa volta è toccato a Iván Leaňos ritornare in Sicilia, accompagnato da 8 artisti messicani, per dare vita, insieme a Schegge d'arte, a questo progetto basato su parole chiavi quali multiculturalismo, contaminazioni di stili, di espressioni artistiche e di colori che inizierà domani e terminerà il 15 agosto. Si è sviluppata così l'idea di far comunicare, attraverso l'arte, culture, mentalità e visioni del mondo diverse. A tal fine si inseriscono perfettamente il Percorso Emozionale ”Conosci te stesso e l'altro”, visitabile tutti i sabati e le domeniche, e i pomeriggi tematici dedicati ai bambini, “Conosci l'altro. Incontriamo la cultura Messicana”, a cura del maestro Leaňos e della dott.ssa Milena Bari.

La giornata del 13 agosto sarà invece dedicata alla conoscenza della nostra identità attraverso la riscoperta delle danze popolari del Sud Italia: Ballettu dei Peloritani, danze della Calabria Greca, Pizzica Salentina, Tamburiate, ecc. Dalle ore 19,00 alle ore 20,30 la danzatrice sampietrina Antonella Sannino terrà un workshop mentre dalle ore 21,30 fino alla mezzanotte ci sarà “Fest' i ballu: u sonu” con Margherita Badalà, Antonella Sannino, Andrea Chessari, Domenico Maressa e Giuseppe Roberto.

Un'estemporanea di pittura, nei giorni 13 e 14 agosto, a cura dell'associazione H2art di Palermo, riempirà di colori le vie del paese.

I maestri del marmo invece lavoreranno, durante questo evento, nello studio di Milo Floramo, in via Nino Dante, dando vita ad uno scambio di esperienze e tecniche riguardanti la lavorazione del marmo.

La Mostra di Arti visive, la cui inaugurazione è prevista alle ore 18,00, coinvolgerà una collettiva di artisti italiani e messicani e in più vi saranno le mostre personali di Javier Cortez, Juan Carlos Villegas e Iván Leaňos. Alla cerimonia di apertura saranno presenti il mecenate Antonio Presti e la storica dell'arte Laura Janea Estrada Lazarin. Nei giorni seguenti la Collettiva sarà visitabile dalle ore 19,00 fino alle ore 22,00.

 

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA