Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

Sapori & Ricordi (41). La salsa di pomodoro

Quarantunesimo appuntamento con una ricetta che, a prima vista, può sembrare banale; per noi siciliani non lo è affatto, tant’è vero che la pasta al pomodoro costituisce il piatto principale della nostra tavola! Un buon piatto di spaghetti al pomodoro è uno dei simboli dell’italianità nel mondo!

Ormai, le nuove generazioni, sono abituate ad acquistare la salsa già confezionata industrialmente e sconoscono tutto il lavoro che c’è dietro per la sua preparazione! A cominciare dalla coltivazione del pomodoro, ortaggio della cui esistenza nel nostro territorio dobbiamo ringraziare Cristoforo Colombo che lo portò in Europa dalla lontane Americhe! E come non citare la famosa “Ode al pomodoro” in cui Pablo Neruda lo definisce “ astro della terra” che “ senza ossa, senza corazza, senza squame né spine, ci offre il dono del suo colore focoso e la totalità della sua freschezza”1

Poi cè chi, come me, ha avuto la fortuna di assaporare, da piccola, la sana vita di campagna, l’atmosfera della vecchia cucina a legna, il fuoco acceso, il pentolone che borbotta, la salsa che schizza colorando di rosso le bianche mattonelle, il profumo del basilico e l’odore intenso della cipolla, le bottiglie schierate come soldati, pronte ad essere riempite, tappate e sistemate nella “quaddara”, posta fuori, sul treppiedi, con sotto la legna che arde….

La ricetta è semplice, l’uso della cipolla facoltativo, io la aggiungo perché, a casa mia si faceva così:

INGREDIENTI:

POMODORI ben maturi : il quantitativo desiderato

CIPOLLA: q.b.

BASILICO: q.b.

SALE: q.b.

Bisogna, innanzi tutto,lavare bene il pomodoro, tagliarlo a metà e spremerlo per far uscire i semi. Va sistemato, a mano a mano, in una cesta con un po’ di sale, a scolare. Nel frattempo, sbucciamo e tagliamo a pezzi le cipolle, nella quantità desiderata, e poniamole nella pentolona (nello sbucciarle, molte saranno le lacrime!). Aggiungiamo i pomodori e, acceso il fuoco, lasciamo cuocere mescolando di tanto in tanto perché non si attacchi al fondo. Il profumo si diffonderà in tutta la casa!

Quando il pomodoro avrà raggiunto la giusta densità e non avrà più acqua, bisognerà passarlo al passatutto o, per grandi quantità, alla macchinetta elettrica.

Una voltapassato (anticamente si usava metterlo nel bagano di terracotta) vi si aggiunge una bella manciata di basilico fresco. Se dobbiamo conservare la salsa per l’inverno, bisognerà mettere la salsa in bottiglie o barattoli ben chiusi e sterilizzarla in acqua bollente per una mezz’ora, poi lasciarla pian piano raffreddare.

 

Se la fretta, o la pigrizia vi impediscono di cucinare e desiderate assaggiare questa prelibatezza venite a trovarci. 

HOME FOOD LE POIANE - C/da Manganello 2, San Piero Patti. Per prenotazioni (max 6 persone): Tel 0941-661698 / 320-035629 https://www.facebook.com/homefoodlepoiane