Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

Strada Patti-S. Piero | 14mln dal Patto per Messina. Ieri la firma del premier Renzi

Impegno per il completamento del terzo lotto

Il completamento della Patti-San Piero Patti sembra avvicinarsi sempre di più. Nel tardo pomeriggio di ieri il presidente del Consiglio dei ministri Matteo Renzi ha sottoscritto a Messina il patto per l’area metropolitana, che prevede, tra gli altri, il finanziamento per il terzo lotto della strada a scorrimento veloce di fondovalle.
Quasi 14 milioni di euro per vedere finalmente concretizzata e fruibile l’opera stradale attesa da decenni, fondamentale al futuro dei paesi del Timeto. Al momento, dopo vari cantieri che troppo lentamente negli anni si sono susseguiti, la strada è percorribile fino a Prato, sotto Colla Maffone. Una prima funzionalizzazione della nuova strada potrà avvenire nel 2017. Proprio in questi mesi, è attivo un cantiere per l’ammodernamento di una bretella che consentirà il collegamento tra la superstrada fino ad oggi realizzata e la provinciale 122 all’altezza di Colla Maffone, opera che dovrebbe essere conclusa entro l’anno.
«Un lavoro di squadra – come ha affermato il sindaco di San Piero Patti Ornella Trovato – che ha visto il lavoro non solo dei sindaci dei comuni interessati, ma quelli dell’intero Ente Parco dei Nebrodi insieme al presidente, oltre al sindaco e ai funzionari della città metropolitana». Numerosissime le opere e gli interventi previsti dal masterplan, quantificati in 332 milioni di euro da spendere in tre anni, che interessano la città di Messina e l’intera provincia. Un patto di responsabilità tra Governo e territorio, ambizioso e in grado di risolvere numerose problematiche di mobilità, ambiente, cultura e tutto ciò che attiene lo sviluppo socioeconomico. Se agli impegni presi seguiranno le effettive realizzazioni di quanto previsto, un’utile occasione per vedere realizzati sogni da troppi anni nel cassetto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA