Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

Sapori & Ricordi (43). Le olive sott'olio

“Cu n’ariva, setti pizziguni!”…..raccomandava il campiere ai braccianti. Voleva dire che, per ogni oliva che mangiavano dovevano dare sette morsi al pane! Erano tempi duri! Oggi, le nostre tavole, sono ricche di questo prezioso e nutriente frutto, tanto antico, quanto decantato da artisti e poeti. Seimila anni di storia ha l’olivo! Oggetto di miti e leggende, simbolo di spiritualità e sacralità, profondamente legato alla storia dell’umanità, simbolo anche di fertilità e rinascita, di pace e di valore, di forza e di purificazione, di resistenza alle ingiurie del tempo.

Regalatoci dai greci, l’olivo è divenuto l’albero principe della macchia mediterranea. I suoi preziosi frutti, oltre ad essere spremuti per ottenere il prezioso liquido dorato (quell’olio extra vergine che trionfa nelle nostre tavole, prezioso alleato della nostra salute), può essere consumato intero e conservato in svariati modi. La ricetta di oggi mi fu data da un’anziana signora castelbuonese, donna dalle mani d’oro in cucina!

Facile l’esecuzione, pochi gli ingredienti:

OLIVE: nella quantità desiderata

ACETO: q.b.

SALE: q.b.

ACQUA: q.b.

OLIO extra vergine d’oliva: q.b.

AGLIO: qualche spicchio

PEPERONCINO fresco: q.b.

ORIGANO: una manciata

Bisogna scegliere delle olive carnose, non troppo mature, ma neanche acerbe. Le snoccioliamo e le mettiamo a bagno in acqua fredda per alcuni giorni. L’acqua va cambiata spesso( almeno tre volte al giorno), perché le olive devono perdere l’amaro. Quando ci accorgiamo che sono quasi buone, l’ultimo giorno aggiungiamo del sale. Possono essere necessari da tre a cinque giorni di ammollo. Una volta pronte le facciamo colare in uno scolapasta, le rimettiamo nel recipiente e le lasciamo per due o tre ore a bagno con aceto. Fatto questo, le scoliamo bene e le sistemiamo nei barattoli di vetro con aglio, origano, peperoncino ed olio. Chiudiamo bene i barattoli e li riponiamo in dispensa. Dopo circa un mese potranno essere consumate e l’olio rimasto nel barattolo si può usare come condimento per insalate.

 

 

Se la fretta, o la pigrizia vi impediscono di cucinare e desiderate assaggiare questa prelibatezza venite a trovarci. 

HOME FOOD LE POIANE - C/da Manganello 2, San Piero Patti. Per prenotazioni (max 6 persone): Tel 0941-661698 / 320-035629 https://www.facebook.com/homefoodlepoiane