Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

San Piero Patti. Domani alla Biblioteca Comunale “H. Busacca” la presentazione del libro “SLA...NCI” di Francesco Saporito.

Verrà presentato domani, alle ore 18,00 nei locali della Biblioteca Comunale “Helle Busacca”, il libro di Francesco Saporito “SLA...NCI”. La presentazione sarà curata dal prof. Nino Casamento con musiche del giovane sampietrino Mattia Camuti.

La raccolta di poesie, alcune in dialetto, “SLA...NCI” è stata già presentata nei comuni di Patti, Gioiosa Marea e Montagnareale ed ha ottenuto importanti riconoscimenti, in particolare la Menzione D'Oro al Premio Internazionale di Poesia - Città di Varallo e il terzo posto al Premio Internazionale “Agenda dei Poeti 2016” - Città di Milano. Il ricavato delle vendite sarà devoluto a centri e istituti che si occupano di assistenza ai malati di SLA.

Da quando il pattese Francesco Saporito, affermato e stimato commercialista, nonché in passato revisore dei conti del Comune di San Piero Patti, ha incontrato, lungo il percorso della sua vita, la SLA tutto è cambiato. Una malattia che colpisce duramente chi ne è affetto, debilita, sfianca, scoraggia, ma in Francesco Saporito è diventata lo “slancio” vitale attraverso cui vedere la vita sotto occhi nuovi. È diventata una nuova lente sul mondo e ha donato all'autore la capacità di cogliere la bellezza in tutte le sfumature dell'esistenza, anche e soprattutto quelle che, a prima vista, sono considerate scontate, come lui stesso dice, ad esempio, “grazie a te ho scoperto la magnificenza del battito d'ali di un falco”.

Le poesie di Francesco Saporito rappresentano degli interessanti spunti di riflessione, dipingono con le parole immagini e scene di vita quotidiana, ma soprattutto danno l'opportunità di ammirare la forza e il coraggio di un uomo che ha saputo trovare, nella poesia, un modo per reagire e affrontare una malattia come la SLA.  

 

 

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA