Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

S. Piero Patti | Neve: ancora disagi nel centro e nelle contrade. Lunedì scuole chiuse.

Categoria: Attualità
Pubblicato Sabato, 07 Gennaio 2017 22:14
Scritto da Filippo Accordino
Visite: 1439

Fiocchi bianchi, stupore e malcontento. Da ormai quarantotto ore, l’Italia è interessata dalla prima vera ondata invernale dopo un dicembre con temperature di due gradi sopra la media stagionale. Gran parte della Sicilia nordorientale è in questo momento coperta da neve e ghiacci. Una nevicata tra le più intense degli ultimi decenni, attesa ma difficile da fronteggiare con mezzi non sempre all'altezza della situazione. La situazione tende al miglioramento, ma le bassissime temperature ci accompagneranno ancora per alcuni giorni.
Disagi nelle numerose contrade sampietrine, rimaste isolate per molte ore e dove solo in parte si è riusciti ad intervenire restituendo una parziale agibilità alle strade. È di ieri l’ordinanza con la quale l’ufficio comunale di protezione civile ha dato incarico ad alcune ditte di provvedere alla rimozione di neve e ghiaccio. Nonostante gli interventi eseguiti nella giornata di oggi, la situazione resta critica anche nel centro abitato, dove diversi centimetri di ghiaccio coprono quasi tutte le piazze e le strade principali. Gli interventi proseguiranno nella giornata di domani.
Disagi e interventi malriusciti anche nelle strade provinciali, dove i mezzi che sarebbero dovuti intervenire, almeno tre quelli presenti in zona, sono rimasti bloccati a causa di imperdonabili guasti meccanici.
Rinviati due eventi, curati dalle associazioni locali, che si sarebbero dovuti svolgere in questo fine settimana, il presepe vivente e l’inaugurazione della nuova sede del Centro Antiviolenza. Lunedì resteranno chiuse le scuole.

Per la giornata di domani non sono previste precipitazioni nevose di particolare intensità e secondo i dati diffusi nel bollettino Meteomont, servizio nazionale di previsione neve e valanghe, lo zero termico nella zona dei monti Nebrodi si attesterà su quote più alte rispetto agli odierni 200 m s.l.m.