Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

Librizzi. Elezioni. Pamela Corrente scende in campo. E intanto cresce l'alleanza Scaglione-Cappadona

LIBRIZZI – Giorni fa scrivevamo dell’imminente campagna elettorale librizzese registrando ancora molta confusione e vaghezza su possibili candidature, alleanze e liste. Con il passare del tempo lo scenario si fa più chiaro con la notizia di una candidatura ufficiale e anche con una nota di due gruppi politici che confermano essere al lavoro per costituire una base comune. Sono ancora tanti, comunque, i tasselli mancanti e le incognite in questo mosaico della futura politica paesana. Partiamo dalla prima candidatura che si staglia all’orizzonte, quella di Pamela Corrente. A confermarcelo è la stessa professionista librizzese che abbiamo sentito nelle scorse ore. La Corrente si candiderà alla carica di sindaco supportata da una lista di estrazione civica: “Dopo l’esperienza maturata negli ultimi quindici anni, dai tempi del mio primo mandato consiliare e dopo aver riposto la fiducia in progetti politici deludenti, ho deciso di scendere in campo in prima persona e con il sostegno di una squadra di persone che hanno a cuore il futuro di Librizzi.” Pamela Corrente, quarantuno anni, ingegnere, con alle spalle l’esperienza di una consiliatura durante l’amministrazione Siragusano tra il 2002 e il 2007 quando ricoprì la carica di presidente del consesso civico, fu anche componente del direttivo regionale dell’Anci. «La mia candidatura – spiega la Corrente – arriva al termine di un percorso iniziato più di un anno fa. Il team che mi supporta è pronto a dare il massimo delle energie per rilanciare Librizzi. Per noi amministrare vuol dire interpretare i reali bisogni dei cittadini, risolvere i problemi anche più piccoli, scoprire e sfruttare nel modo giusto le risorse del territorio. Cosa che non è stata mai fatta veramente. Noi cercheremo di farlo soprattutto con onestà e trasparenza evitando promesse irrealizzabili. Nei prossimi giorni presenteremo un programma che sarà frutto delle idee di tutto il gruppo. Punti fondamentali saranno la promozione del nostro territorio attraverso iniziative ad hoc, politiche per combattere lo spopolamento e l’emigrazione giovanile». Le abbiamo chiesto se vede all’orizzonte alleanze o convergenze di altri gruppi sul suo nome: «Già più di un anno e mezzo fa abbiamo cercato il dialogo con altre forze politiche alternative all’attuale amministrazione comunale  trovando poco riscontro e molti personalismi, adesso per me è arrivato il momento di mettermi in gioco in prima persona. La porta comunque rimane aperta a quanti vogliono cambiare questo paese».

Se da un lato, abbiamo la prima discesa in campo di un candidato e rimaniamo in attesa di conoscere i contorni della squadra e della proposta politica, dall’altra abbiamo notizie di altri due gruppi politici attivi da settimane per cercare di creare un progetto comune e una base di consenso: stiamo parlando delle aree politiche che vedono riferimenti in Nunzio Scaglione e Pippo Cappadona. I due gruppi hanno affidato a una nota stampa la loro posizione sulla prossima tornata elettorale lasciando intendere di essere ormai vicini ad un’alleanza sulla base di un progetto comune: “Dalla interlocuzione avvenuta tra i due gruppi che fanno riferimento rispettivamente a Nunzio Scaglione, precedentemente avviato, e a Giuseppe Cappadona, è emersa una sostanziale condivisione di progettualità, idee, valori e propositi, che costituisce una possibile base di intesa per la composizione di una squadra e la definizione dei ruoli.

I due gruppi comunque continuano a guardarsi intorno: “Si guarda con attenzione a quei gruppi ancora in via di definizione, qualora intendano, animati dalla medesima buona volontà costruttiva, nel supremo interesse del paese, di riconsiderare utilmente le proprie posizioni. Chi conosce il paese, la sua vera realtà, i suoi bisogni, sa individuare le persone maggiormente atte al servizio della comunità e da esse vuole sentirsi rappresentato. È auspicabile, infine, che l’individuazione della persona da destinare alla suprema carica cittadina, sia condivisa il più ampiamente possibile.”

Ecco che lentamente il quadro della prossima battaglia elettorale comincia a delinearsi; restiamo in attesa delle prossime mosse e della discesa in campo delle altre forze, tra cui il gruppo di riferimento del sindaco uscente Cilona, “Nuovo impegno per Librizzi” e anche il gruppo coagulato intorno a Renato Di Blasi. E' probabile che nei prossimi giorni possano sciogliere le riserve sulle eventuali candidature.