Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

Ultim'ora | S. Piero Patti. Sindaco e giunta decaduti. Arrivato il decreto presidenziale. Nasello resta commissario

Alla fine è arrivato. Annunciato nei giorni scorsi dopo il pronunciamento del Cga, è stato emanato il decreto di decadenza per i sindaci di quei sette comuni che non hanno approvato il bilancio entro i termini compreso S. Piero Patti. Il decreto, a firma del presidente della Regione Crocetta, è stato trasmesso circa un'ora fa al municipio sampietrino. Secondo il provvedimento a partire da oggi la giunta e il suo sindaco sono decaduti e le loro funzioni sono assunte dal commissario straordinario Giuseppe Nasello che già svolgeva quelle del consiglio comunale. 

Decade quindi la giunta Trovato per mano di una norma approvata dall'Ars ad agosto e molto contestata che ha introdotto l’automatismo della decadenza di consigli comunali e sindaci. Nelle scorse ore l’Anci Sicilia, l’associazione dei comuni, aveva messo in atto altre iniziative per chiedere lo stop della norma ritenuta in contrasto con i dettati costituzionali.

A questo punto per S. Piero inizia la procedura di commissariamento anche della giunta. Una situazione certamente inusuale se si considera che comunque a giugno era fissata la regolare scadenza elettorale. Poco meno di due mesi di commissariamento "completo" per approdare alle elezioni e nel frattempo una campagna elettorale che, come prevedibile, adesso sarà arricchita dagli strascichi di questa vicenda della decadenza iniziata a fine estate quando il consiglio comunale bocciò il previsionale. Inoltre potrebbero esserci ripercussioni di tipo politico sulle forze fino ad ora schierate in campo e l’incognita di una possibile (finora solo vociferata) ricandidatura del sindaco uscente in forza di un ricorso. 

Seguono aggiornamenti.