Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

Librizzi. Al via il mandato del sindaco Di Blasi: "Partiremo da cura del territorio e programmazione"

LIBRIZZI - Dopo la proclamazione avvenuta davanti al presidente della prima sezione elettorale, si è insediato il nuovo sindaco Renato Di Blasi che guiderà l'amministrazione comunale per i prossimi cinque anni. L'esito delle urne è stato chiaramente in favore di Renato Di Blasi che si è nettamente affermato sugli altri tre candidati in lizza per queste amministrative. 

Quarantatré anni, avvocato, già attivo nella politica pattese, è figlio di Nino Di Blasi sindaco Dc che guidò l'amministrazione librizzese dal 1978 al 1993. A distanza di ventiquattro anni un Di Blasi ritorna a ricoprire la carica di sindaco e lo fa con il sostegno di una lista in gran parte composta da nuove leve e in cui figurano alcuni "ex" alleati della compagine Calabrese-Cilona.

Queste le prime dichiarazioni rilasciate dal neosindaco: «Siamo felicissimi anche se ancora dobbiamo realizzare completamente l’importanza di questo risultato. E' stata una battaglia dura ma che alla fine ci ha premiato. Noi abbiamo cercato di parlare con il cuore alla gente ed evidentemente ci siamo riusciti».

La vostra affermazione elettorale è chiara ma la presenza di quattro candidati e l'esito delle urne ci consegna la realtà di un paese sostanzialmente diviso, cosa farete?

«Sì, ci rendiamo conto delle divisioni ma cercheremo di riaprire un dialogo costruttivo con tutte le forze politiche scese in campo, comprese quelle rimaste fuori dal consiglio comunale. Ce la metteremo tutta».

Parliamo delle cose da fare. Da dove comincerete a lavorare?

«Innanzitutto dovremo avere contezza della macchina burocratica e amministrativa avviando un dialogo e un confronto con i dipendenti comunali. Poi bisognerà ripartire dalla cura del territorio, l’ottimizzazione dei costi e della gestione. E ovviamente bisognerà mettere in campo le giuste sinergie e tanta programmazione per i progetti a lungo termine. Ci rendiamo conto che non sarà facile vista anche la difficile situazione economica delle casse comunali sulle quali faremo immediatamente le opportune verifiche. Una cosa è sicura: lavoreremo per il bene della collettività».

Nei prossimi giorni si completerà la formazione dell'amministrazione comunale con la nomina della giunta da parte del sindaco - per la quale sono stati già designati due assessori, Francesca Gugliotta e Francesco Tricoli - e la convocazione della seduta d'insediamento del consiglio comunale.