Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

S. Piero Patti | L'istituto comprensivo intitolato a Rita Levi Montalcini

Rita Levi Montalcini: alla sua memoria sarà intitolato l'istituto comprensivo di S. Piero Patti che dopo qualche anno di "anonimato" avrà di nuovo un nome. Non che le scuole sampietrine non avessero avuto nella storia alcuna denominazione, anzi. La vecchia direzione didattica era intitolata al sampietrino Giovanni Gorgone, insigne anatomista e chirurgo al quale è intitolata anche la piazza "del Tocco" che ospita il suo busto in marmo. Mentre la scuola media istituita negli anni '50 era intitolata a Luigi Sturzo, sacerdote e storico fondatore del Partito popolare italiano (il progenitore della DC). 

Nei primi anni 2000 con la fusione delle due istituzioni scolastiche nel comprensivo, le scuole persero ufficialmente il nome venendo indicate con un generico e anonimo "Istituto comprensivo S. Piero Patti". Circa due anni fa inizia l'iter per la proposta di una nuova intitolazione, su iniziativa del consiglio d'istituto e del dirigente scolastico Clotilde Graziano, allora fresca di nomina. 

Oggi perfezionati tutti gli step burocratici, l'istituto prende ufficialmente il nome di Rita Levi Montalcini la neurologa premio Nobel per la medicina, scomparsa nel 2012. L’istituzione scolastica che ha sede a S. Piero e abbraccia anche i comuni di Montalbano, Librizzi e Basicò, sarà così legata alla figura di una tra le scienziate più importanti dello scorso secolo, una vera e propria bandiera per la cultura italiana anche sotto il profilo dell’impegno civile oltre che accademico e scientifico. 

Il prossimo giovedì 19 ottobre si svolgerà la cerimonia di intitolazione alla presenza dei sindaci dei quattro comuni interessati, del vescovo di Patti e dell’arcivescovo di Messina, dei rappresentanti dell’ufficio scolastico regionale e provinciale e delle altre autorità. Tra gli ospiti d’onore anche la nipote del premio Nobel che presenzierà alla cerimonia nella sede centrale di via Profeta.