Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

S. Piero Patti | La Rassegna internazionale del presepe compie 30 anni. Gli ultimi appuntamenti del calendario natalizio

La Rassegna internazionale del presepe “Città di S. Piero Patti” compie trent'anni e per questa edizione propone una mostra dedicata all’arte presepiale nel Regno delle Due Sicilie. Fino al prossimo 3 febbraio i visitatori potranno trovare nella chiesa di S. Maria Assunta alcune tra le rappresentazioni più suggestive della natività realizzate secondo lo stile napoletano e siciliano.

«Per festeggiare il nostro trentesimo anniversario – dice l’organizzatore Massimo Santi Natoli – abbiamo deciso di far riscoprire la tradizione presepista nel periodo del Regno delle Due Sicilie, quando i maestri napoletani e quelli siciliani gareggiavano in bravura e creatività. Tra i diorami e i presepi in esposizione, i due più rappresentativi sono quelli del collezionista napoletano Giuseppe Sarno in stile partenopeo e quello realizzato dal barcelgottese Saro Cutropia, dedicato al barocco siciliano che riproduce le bellezze architettoniche di Noto, di Novara di Sicilia e anche la  fontana di S. Vito, piccolo tesoro del centro storico sampietrino».

La rassegna, è organizzata dalla Confartigianato di Messina in collaborazione con l’associazione Promevent, la Regione, la Città metropolitana di Messina e la Diocesi di Patti. Il cartellone natalizio invece si concluderà questo week-end con il “S. Piero Art Fest” organizzato dal movimento S. Piero in Comune con le associazioni Insieme per la città e New Sicilia Promotion. Sabato alle 18, in piazza Duomo, l’arrivo della Befana e degustazione di polenta e vin brûlé. Domenica 7 al centro culturale, spettacolo dei Sud-Orff e sagra della porchetta.