Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

Da S. Piero parte "BorgoTur" l'app per la promozione turistica dei borghi

Lo storytelling e le nuove tecnologie come chiave innovativa per la promozione dei piccoli borghi del nostro territorio. Nella cornice del convento dei carmelitani l'associazione Luoghi Narranti ha organizzato un convegno per parlare proprio di questo argomento. Il turismo oggi in Sicilia, e in particolare sui Nebrodi: quali i limiti e quali le potenzialità? Al centro la questione dei piccoli comuni che, seppur ricchi di risorse artistiche, paesaggistiche e culturali, non riescono ad "entrare" nei principali circuiti dell'economia turistica. Su questo tema si sono confrontati i relatori del convegno: il prof. Filippo Grasso dell’università di Messina, il sindaco di S. Piero Salvino Fiore, Elisa Bonacini consulente per i beni culturali e ideatrice di Izi Travel Sicilia, Salvo Calcagno di Luoghi Narranti, Marco Cannizzo, esperto in risorse umane e consulente per la valorizzazione dei beni culturali, Giuseppe Simone e Salvatore Bartolotta, rispettivamente vicepresidente nazionale e coordinatore regionale del club dei Borghi più Belli d’Italia e Salvatore Forestieri del progetto Policoro di Messina.

Il convegno è stata l'occasione per presentare il progetto ideato e portato avanti dall'associazione Luoghi Narranti e cioè un app per smartphone, Borgotur, che permette ai piccoli comuni di avere una propria visibilità su una vetrina ormai fondamentale come il web. Nel corso del convegno sono state mostrate le potenzialità dell'app che offre percorsi guidati e il “racconto” dei luoghi con le loro storie e tradizioni proprio come vuole l’approccio in stile storytelling. L'app è già disponibile per il download su tutti gli app store.