Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

San Piero Patti. Bilancio positivo per "Armonia di Forme"

Categoria: Cultura
Pubblicato Domenica, 17 Agosto 2014 23:05
Scritto da Anna Macula
Visite: 1038

A pochi giorni dalla conclusione dell'evento “Armonia di Forme”, organizzato dall'associazione Schegge d'Arte, il bilancio che ne viene fuori è sicuramente positivo. Dal 27 luglio al 13 agosto il convento dei Carmelitani è stato teatro di un copioso via vai di visitatori attratti non soltanto dal Percorso emozionale attraverso i sensi e dalla Collettiva di Arti visive ma anche dalla mostra organizzato dagli artigiani locali. A conti fatti, le presenze turistiche si sono aggirate intorno alle 3800 visite nei quasi 20 giorni di permanenza al convento. Un ottimo risultato se consideriamo che soltanto da un anno il convento è stato reso oltre che fruibile anche ricco di appuntamenti, iniziative, laboratori e mostre.

Il Simposio quest'anno si è presentato sotto un'altra veste. Non più internazionale ma intercontinentale vista la presenza di scultori provenienti dal Sud America, in larga parte, e da altre parti del mondo i quali si sono cimentati lungo la via Nino Dante nella realizzazione delle sculture, il cui tema era l'Energia, mostrandosi disponibili a spiegare ai curiosi le varie tecniche per realizzare le loro opere.

Il suggestivo Percorso emozionale e la Collettiva di Arti visive hanno suscitato molti apprezzamenti. Si trattava di un percorso interattivo che offriva ad ognuno la possibilità di rendersi parte attiva del “viaggio” di riscoperta attraverso i sensi. Metaforicamente, il cammino offriva l'occasione per liberarsi dai preconcetti e riappropriarsi delle sensazioni più genuine e autentiche trasmesse dai sensi e per riacquisire il significato del concetto di Bellezza. La collettiva di Arti visive, mostra di pittura, scultura e fotografia, ha visto la partecipazione di vari artisti tra i quali si segnala il duo Umberto Leone - Ute Pika con l'installazione di Profondo Ulivo, opera unica ricavata interamente da alcuni massicci tronchi di ulivo.

Sulla stessa lunghezza d'onda è stato anche l'Action Painting 500 che ha coinvolto tutti i presenti dipingendo, trasportati dal proprio istinto, la tela gigante di 40 metri installata in piazza Duomo. Un altro modo di interagire con l'Arte coinvolgendo tutti, la People Art come è stata definita dal direttore artistico dell'evento l'arch. Francesco Giambò. La tela è stata poi divisa in 500 parti, timbrata e donata ai visitatori. Inoltre durante le giornate della manifestazione sono state dipinte alcune tele, collocate per le vie del paese, dalle artiste Catena Biagia Ballarino, Noemi Pantano e Loredana Castrovinci.

Significativa anche la presenza, durante la manifestazione di chiusura del Simposio, del mecenate Antonio Presti attivo ormai da anni in Sicilia con iniziative volte a valorizzare i luoghi e a far riscoprire il valore e significato dell'Arte che sembra essersi perso nel contesto della nostra contemporaneità.

All'interno dell'evento non sono poi mancati i momenti di riflessione grazie alla campagna di sensibilizzazione curata dal Centro anti-violenza di San Piero Patti e al documentario di attualità sulla rivolta in Ucraina.