Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

San Piero Patti. La raccolta differenziata s'ha da fare: Bongiovanni e Progetto Paese spingono per la realizzazione.

Categoria: Società
Pubblicato Domenica, 24 Agosto 2014 01:54
Scritto da Anna Macula
Visite: 920

Da un bel po' di anni a questa parte il problema dei rifiuti si è presentato nella sua gravità divenendo un problema serio e urgente non soltanto a livello locale ma anche nazionale. Non di rado capita infatti di vedere mucchi di spazzatura abbandonati indiscriminatamente e nei posti più disparati. A causare ciò, oltre la cattiva gestione dei servizi deputati alla raccolta e smistamento dei rifiuti, contribuisce soprattutto la mancata cultura della raccolta differenziata. Poco praticata e poco incentivata dalle amministrazioni, la raccolta differenziata permetterebbe di risparmiare ma anche di preservare l'ambiente in cui viviamo.

 A tal proposito il capogruppo di maggioranza Salvatore Bongiovanni con una lettera indirizzata al sindaco, al vice sindaco, all'assessore all'ambiente, al presidente del Consiglio, al responsabile dell'area tecnica attenziona il problema dello smaltimento dei rifiuti e propone l'installazione degli Eco-compattatori.

Entrando nello specifico, l'installazione di questi Eco-compattatori, - come sottolinea Bongiovanni - divenuti ormai di uso comune in diversi enti locali ed aziende private, permetterà al cittadino di risparmiare ogni volta che conferirà autonomamente materiali di riciclo in tali punti, effettuando difatti la cosi detta "raccolta differenziata non convenzionale". L'Eco-compattatore, a costo zero per il Comune, prevede diversi dispositivi per la raccolta differenziata e riduzione volumetrica di bottiglie in PET, lattine in alluminio e flaconi in HDPE e PP. La macchina rilascia uno scontrino che potrà essere utilizzato come buono sconto su beni e servizi sia con la pubblica amministrazione ma soprattutto con le attività commerciali locali e del comprensorio convenzionate, questo permetterà di incentivare il ciclo virtuoso del recupero.

Dello stesso avviso sono anche i consiglieri di minoranza di Progetto Paese i quali, attraverso una mozione, hanno sollevato la questione chiedendo una presa di posizione da parte del sindaco. Il gruppo consiliare di minoranza propone di individuare delle aree da destinare ad Ecopoint (Ex Isola Ecologica e/o altra area), con installazione di apparati per la raccolta differenziata e riduzione volumetrica di bottiglie Pet, lattine in alluminio e flaconi in HDPE e PP, ove i cittadini possano conferire i predetti rifiuti accumulando dei punti con valenza di buoni sconto.

Sostanzialmente si tratta quindi della stessa proposta e una volta tanto sembra esserci un'accordanza di intenti da parte degli opposti schieramenti, sebbene nel gruppo di maggioranza soltanto Bongiovanni abbia espresso apertamente la sua idea. Ci auguriamo che il messaggio possa essere recepito forte e chiaro anche da parte degli altri membri dell'amministrazione affinché possa essere compiuto un grosso passo in avanti sul fronte del rispetto e della cura dell'ambiente.