Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

Librizzi. L'amministrazione comunale partecipa ad un importante partenariato europeo

Le Regioni europee promotrici della cittadinanza europea. È questa la finalità dell’importante Progetto dal titolo: “European regions developing European Citizenship”, presentato dalla Regione di Lodzkie (Polonia),Ente capofila di un articolato partenariato (17 Istituzioni europee), in cui è stato selezionato anche il Comune di Librizzi (unico Ente italiano insieme alla Regione Lombardia ed al Comune di Villafranca Sicula). Polonia, Lettonia, Slovenia, Cipro, Repubblica Ellenica, Malta, Lituania, Belgio, Ungheria ed Italia, questi sono i 10 Paesi europei messi insieme dall’importante Progetto Europeo in questione. Le 17 Istituzioni sono:
 
1. Lodzkie Region (Polonia)
2. Daugavpils City Council (Lettonia)
3. LATVIJAS PASVALDIBU SAVIENIBA (Lettonia)
4. Razvojno informacijski center Slovenska Bistrica (Slovenia)
5. Anaptiksiaki Eteria Lefkosias(ANEL) Ltd (Cipro)
6. AGIOS ATHANASIOS MUNICIPALITY (Cipro)
7. DIKTYO APASCHOLISIS KAI KOINONIKIS MERIMNAS (Repubblica Ellenica)
8. LOCAL COUNCILS ASSOCIATION MALTA (Malta)
9. REGIONE LOMBARDIA (Italia)
10. COMUNE DI VILLAFRANCA SICULA (Italia)
11. COMUNE DI LIBRIZZI (Italia)
12. NVO "Pazangos klubas" (Lituania)
13. Commune of Aleksandrow Lodzki (Polonia)
14. Fundacja Studiow Europejskich - Instytut Europejski (Polonia)
15. European Projects Association asbl (Belgio)
16. Csongrad Municipality (Ungheria)
 
Dieci Paesi europei e 17 Istituzioni per sviluppare la cooperazione tra Autorità locali e regionali e le
organizzazioni della società civile, sul tema della dimensione regionale della cittadinanza europea, e cioè:
- divulgare le informazioni riguardanti l’agenda politica dell’UE;
- informare sui programmi e le opportunità di finanziamento dell’UE nelle regioni e nelle città europee;
- promuovere le libertà civili, i diritti e i doveri dell’essere cittadino europeo;
- compiere azioni concrete per mobilitare i cittadini.
A tal proposito gli obiettivi generali del Progetto sono:
- dimostrare come la cittadinanza europea è supportata nelle diverse regioni d’Europa;
- promuovere programmi a favore della cittadinanza europea e delle opportunità legate all’UE;
- comparare gli strumenti e i modelli di azione a favore della cittadinanza europea nelle regioni e nelle
città d’Europa;
- favorire lo scambio di buone pratiche tra regioni sul tema “cittadinanza europea”;
- incoraggiare il dialogo tra i partner europei e istituzionali e i portatori di interesse per rafforzare la
partecipazione della società civile;
- contribuire a massimizzare l’impatto del Programma “Europa per i Cittadini” con l’aiuto delle regioni;
- trovare altri modi di cooperazione tra partner e portatori di interesse, come per esempio gli scambi che
coinvolgono volontari, studenti e lavoratori.
Per raggiungere tali obiettivi è stato previsto il coinvolgimento delle suddette 17 Istituzioni, attraverso lo
svolgimento di 5 eventi internazionali in 4 diversi Paesi Europei:
1. giugno 2015 – Regione Lodzkie (Polonia)
2. ottobre 2015 – Milano (Italia)
3. febbraio 2016 – Bistrica (Slovenia)
4. luglio 2016 – Regione Lodzkie (Polonia)
5. ottobre 2016 – Bruxelles (Belgio)
 
Per ciascuno di tali eventi internazionali ogni partner dovrà partecipare con propri delegati. Nel prossimo mese di novembre 2014 si saprà se il progetto sarà selezionato dalla Commissione Europea e finanziato per l’importo complessivo di 130.000 €. Il sindaco, ing. Renato Cilona, ha manifestato molta soddisfazione per la selezione del Comune di Librizzi in un Partenariato europeo così autorevole e soprattutto in un Progetto europeo di tale importanza. Lo stesso sindaco ha precisato che l’Amministrazione Comunale di Librizzi ormai da tempo guarda sempre di più alle importanti occasioni offerte dall’UE, sia in termini di bandi di finanziamento ma anche e soprattutto in termini di formazione, aggiornamento, specializzazione, miglioramento delle capacità di governance, sinergia con le altre realtà europee, ecc. In questo percorso il sindaco Cilona ha voluto esprimere un sincero ringraziamento ed un forte apprezzamento per l’importante lavoro svolto dall’Ufficio della Regione Siciliana a Bruxelles, soprattutto per il supporto e la costante collaborazione fornite dai funzionari regionali in servizio presso questa essenziale Struttura distaccata della Regione.