Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

Librizzi. Muore cadendo in dirupo. Il corpo trovato dai carabinieri

LIBRIZZI - Già a giugno i carabinieri lo avevano tirato fuori da un burrone in cui era precipitato, nella zona di Acquapalumbo, nel territorio di Librizzi. Ieri lo stesso 66enne purtroppo è stato ritrovato morto in un altro dirupo, sempre dai carabinieri. L’amara scoperta scoperta fatta nella tarda serata nella zona di Ronco Marurà: i carabinieri della stazione di Librizzi al comando del maresciallo Carmelo Trimarchi, dopo la segnalazione fatta dai familiari che non avevano più notizie dell'anziano da sabato scorso, sono intervenuti intorno alle 21.00 ritrovando il corpo ormai senza vita di Giovannino Nastasi in un dirupo vicino a una strada sterrata. Il corpo era ormai in stato di decomposizione, segno che si trovava lì ormai da giorni...

Leggi tutto...

Oliveriadi. Librizzi trionfa per il secondo anno consecutivo

Si sono concluse domenica 30 Luglio le Oliveriadi 2017- Giochi senza confini, organizzate dalla Cooperativa Acqua Marina con il patrocinio delle amministrazioni comunali di Oliveri e di Librizzi. Dopo la prima giornata disputatasi domenica 16 Luglio nel comune vincitore della prima edizione, Librizzi, la finalissima di Domenica 30 è stata un tripudio di colori, coreografie, e condivisione.I cinque comuni in gara, Oliveri, Librizzi, Montalbano Elicona, Falcone e Furnari, hanno disputato i 10 giochi previsti con inatteso agonismo, ma con spirito di lealtà e sportività. Tutto questo ha reso l’evento affascinante e piacevole per il pubblico che ha assistito divertito alle sfide. L’attesissima Sfida dei Sindaci, ha visto cimentarsi i 5...

Leggi tutto...

S. Piero Patti. Un comitato contro il cambio di denominazione di via Toscana: "Per Luca Arlotta un monumento o una nuova via"

Il cambio di denominazione della via Toscana in via Luca Arlotta, già deliberato dalla giunta municipale, potrebbe creare “una serie di disagi e problemi burocratici ai residenti”: a dirlo è un comitato di abitanti della via che nei giorni scorsi si è costituito per opporsi al cambio di denominazione e per proporre delle idee alternative più creative per onorare la memoria del ventottenne che nel gennaio 2011 morì mentre cercava di portare in salvo alcuni amici dispersi nel mare tra S. Giorgio e Patti. I cittadini ci tengono fin da subito ad essere chiari: “ricordiamo con affetto Luca, molti di noi l’hanno anche visto crescere in questo quartiere e siamo noi per primi a volere che a S. Piero venga dedicato a lui qualcosa che possa...

Leggi tutto...

Contro fuoco e piromani una sola cura: prevenzione. La politica tuteli la nostra terra

Solo nelle ultime ventiquattro ore e nel giro di pochi chilometri ben tre incendi: ieri in mattinata è andato in fumo un intero versante a Pietrasanta nel territorio di Librizzi mettendo a rischio anche alcune abitazioni, nel tardo pomeriggio a S. Piero Patti nei pressi di Taffuri un altro rogo e, per concludere, ieri sera uno spaventoso incendio a Sant’Opolo che fortunatamente è stato domato quando le fiamme stavano per raggiungere pericolosamente già parte dell’abitato.Fiamme frutto, non ci sono dubbi, di mani dolose che godono nel recare distruzione sul territorio o che hanno interessi mirati nel danneggiare qualcuno. Ma può bastare ogni volta gridare vergogna al piromane di turno, lanciare invettive e rassegnarsi a spegnere? Ogni...

Leggi tutto...

S. Piero Patti. Una via per Luca Arlotta

Una via in memoria di Luca Arlotta. La giunta guidata dal sindaco Salvino Fiore nei giorni scorsi ha deliberato di intitolare una via del centro sampietrino al giovane morto nel mare tra S. Giorgio di Gioiosa Marea e Patti nel gennaio 2011 mentre cercava di mettere in salvo alcuni suoi amici dispersi tra le acque dopo una battuta di pesca. L’amministrazione comunale sampietrina ha proposto di cambiare la denominazione dell’attuale via Toscana intitolandola a Luca Arlotta. Il ventottenne era morto da eroe tra i flutti dopo uno slancio di coraggio e altruismo. La sua morte scosse profondamente la comunità sampietrina.  Alla sua memoria è stata assegnata dallo Stato una medaglia d’oro al valor civile, consegnata ai familiari nel corso delle...

Leggi tutto...

Falsa testimonianza. Cassazione respinge il ricorso dell'ex sindaco: resta la condanna

La corte di cassazione mette la parola fine a una vicenda giudiziaria che si trascina dal 2009 con protagonista l’ormai ex primo cittadino Ornella Trovato, il medico Giuseppe Forzano (oggi presidente del consiglio comunale dopo le ultime elezioni) e l'ex consigliere e vicesindaco Salvatore Taranto.E’ stato respinto dalla settima sezione della cassazione il ricorso presentato dalla Trovato contro la sentenza della corte d’appello di Messina emessa a maggio del 2016 che aveva confermato la condanna per falsa testimonianza (rigettando il primo ricorso dell'ex sindaco). Questa condanna era stata inflitta in primo grado dal tribunale di Patti nel 2011: due anni di reclusione ridotti a un anno e quattro mesi con il rito abbreviato, pena...

Leggi tutto...

S. Piero Patti. L'eroe sampietrino Luca Arlotta è medaglia d'oro al valor civile.

Una medaglia d'oro alla memoria di Luca Arlotta, il giovane sampietrino morto in mare sei anni fa per trarre in salvo i suoi amici dispersi durante una battuta di pesca. Una ferita ancora aperta nella memoria della comunità sampietrina che nel 2011 subì questo grave lutto. La morte l'ha colto tra i flutti dopo il suo grande slancio di coraggio e altruismo. Da ieri la memoria di Luca Arlotta è ancora più forte grazie al riconoscimento assegnato dallo Stato. Nel corso della cerimonia per il 71° Anniversario della Fondazione della Repubblica svoltasi a Messina, tra le varie onorificenze, il prefetto Francesca Ferrandino ha conferito la medaglia d’oro al valor civile, in memoria, ai familiari di Luca. Questa la motivazione...

Leggi tutto...

S. Piero Patti | Passeggiata di via Dante. Riqualificazione o ennesimo scempio? Cittadini preoccupati per i caratteristici alberi.

Nuovo look a una delle zone più belle e apprezzate del patrimonio urbanistico del paese. Sono iniziati da alcuni giorni i lavori di rifacimento della passeggiata di via Nino Dante, che da molti anni necessitava di un intervento di manutenzione. Illuminazione carente, per non dire inesistente, pavimentazione dissestata e ringhiera perimetrale corrosa dalla ruggine conferivano, da troppo tempo, connotati visibili di trascuratezza e di abbandono. I lavori sono stati finanziati grazie a un residuo dei mutui impiegati per il prolungamento della via Profeta, opera attigua al marciapiede di via Nino Dante.Intervento atteso da tempo e soddisfazione da parte di molti cittadini che però nei giorni scorsi hanno manifestato preoccupazione per la...

Leggi tutto...

Librizzi. Il 4 maggio s'inaugura la bretella Colla- Superstrada

Finalmente il giorno è stato fissato. Dopo mesi d'attesa, giovedì 4 maggio verrà aperta al transito la nuova strada comunale Coletta-Prato che collega la scorrimento veloce Patti- S. Piero Patti alla strada provinciale 122. Completata l'installazione delle ultime segnaletiche e dei dossi artificiali, adesso tutto è pronto per il transito che comunque sarà regolamentato da precise restrizioni. Potranno transitare mezzi pesanti fino a 6 tonnellate, mentre il limite di velocità fissato è di 30 Km/h trattandosi di una strada sostanzialmente urbana con attraversamenti pedonali lato monte nei pressi delle abitazioni e a carreggiata ristretta in alcuni tratti. L'apertura prevista per la metà di aprile è slittata di circa quindici giorni per i...

Leggi tutto...

Librizzi. Cantiere ristrutturazione chiesa della Catena. Oggi la protesta di una residente

LIBRIZZI - Si è incatenata alla chiesa del paese per chiedere maggiore sicurezza per la propria abitazione. E' successo stamattina a Librizzi dove una residente ha deciso di mettere in atto la propria protesta di fronte al cantiere per la ristrutturazione della chiesa della Madonna della Catena. Chi ha deciso di incatenarsi alle impalcature vive in un'abitazione proprio affianco alla chiesa dove da mesi si stanno svolgendo i lavori di ricostruzione della copertura in legno. La proprietaria di questa abitazione lamenta danneggiamenti ai muri portanti e infiltrazioni d'acqua che sarebbero scaturiti dopo i lavori di smantellamento della vecchia copertura in cemento della chiesa avvenuta nei mesi sorsi. Una storia che va avanti da anni...

Leggi tutto...

Elezioni. Salvatore Taranto pronto a scendere in campo. La Trovato fa il passo indietro. Gli altri gruppi aspettano

Un altro candidato sindaco è ormai pronto a scendere in campo confermando i pronostici delle ultime settimane che lo davano come favorito nell’area dell’amministrazione uscente: Salvatore Taranto correrà alle prossime amministrative. A sancire definitivamente la candidatura un incontro svoltosi nei giorni scorsi, aperto solo a esponenti e sostenitori dell’amministrazione uscente e che ha visto come protagonista in primis Ornella Trovato e gli ex componenti della giunta. Un evento servito, evidentemente, a fare chiarezza sugli ultimi sviluppi della questione decadenza e mettere in chiaro - ai sostenitori almeno in questa prima fase - i prossimi passi per la campagna elettorale. A cominciare dall'investitura per la candidatura a sindaco...

Leggi tutto...

S. Piero Patti. Il MeetUp Valle del Timeto contro la chiusura del PTE chiama a raccolta i sindaci di Librizzi, Montagnareale e Patti

Sulla questione della paventata chiusura del Punto di Primo Intervento (PPI ex PTE) di S. Piero Patti intervengono anche gli attivisti del MeetUp Valle del Timeto. Il gruppo politico chiede un'azione corale anche da parte degli altri sindaci del comprensorio del Timeto. "Il PTE di San Piero Patti - afferma Martin Calisto, componente del MeetUp - è importante anche per la collettività dei comuni limitrofi come Librizzi e Montagnareale oltre che di Patti e il Pronto Soccorso dell'ospedale Barone Romeo che verrebbe letteralmente invaso dai pazienti. Smantellare la rete dell'emergenza e del 118, costruita in oltre un ventennio, significa smantellare un apparato di gestione del paziente critico sul territorio extraospedaliero, tra l’altro...

Leggi tutto...

Pte e 118: stiamo rischiando di perderli?

Ci risiamo. Nei giorni scorsi si è tornato a parlare della possibile chiusura del Punto territoriale d’emergenza di S. Piero Patti e anche di un ridimensionamento del servizio 118 nella postazione dell’ex ospedale civico. Era il gennaio 2014, quando da questo foglio d’informazione online, lanciavamo l’allarme per una possibile chiusura. In quel caso a sancirla sarebbe stato l’Accordo integrativo sulla rete di emergenza-urgenza che era stato approntato dall’Azienda sanitaria provinciale e che prevedeva proprio la chiusura del Pte sampietrino: evenienza, alla fine, non verificatasi per fortuna anche grazie all’attenzione e alla mobilitazione di allora. Oggi la minaccia arriva direttamente dalla Regione che rispettando le ultime normative...

Leggi tutto...

Superstrada Patti- S. Piero. Il Comitato ValTimeto chiede la pulizia e la manutenzione del primo tratto

E’ l’ennesima volta che il Comitato Valle del Timeto chiede la manutenzione sulla superstrada Patti- S. Piero Patti. E questa volta c’è anche l’urgenza, in vista della prossima apertura della bretella comunale di Colla Maffone che prevedibilmente sarà percorsa da tante vetture provenienti o dirette nel centro sampietrino.Da quando i primi due lotti della scorrimento veloce del Timeto sono stati collegati tra loro e completati, e cioè il tratto dalla zona industriale di Patti fino a contrada Prato nel comune di Librizzi, la strada non è mai stata ripulita dalla vegetazione ai lati dalla carreggiata. Non sono stati fatti nemmeno interventi di pulizia di cunette e raccolte d’acqua, la revisione della segnaletica e l’installazione dei...

Leggi tutto...