Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

Sapori&Ricordi (2). La cassata al forno

Categoria: Sapori & Ricordi
Pubblicato Venerdì, 27 Febbraio 2015 10:35
Scritto da Giacinta Fazio
Visite: 986

a cura di Giacinta Fazio

Eccomi al secondo appuntamento con la nostra “gustosa”rubrica. Ringrazio di cuore i lettori per i consensi ricevuti dopo la pubblicazione della prima ricetta! Dunque, sulla scia di questo entusiasmo, eccone un’altra! Oggi è la volta di un dolce tanto famoso quanto buono: la Cassata al forno. Le origini di questo dolce sono arabe: “Quas’at” era la casseruola in cui veniva lavorata la tuma che  si univa allo zucchero di canna, si ricopriva con un impasto di pane e si infornava. All’epoca, nella “ Conca d’Oro”, si coltivava la canna da zucchero! Da questa primordiale cassata deriva, poi, quella dolcissima e coloratissima “cassata siciliana”che tutti conosciamo. La cassata al forno rappresenta il giusto compromesso fra la primordiale cassata araba e l’altra, molto più elaborata, inventata a Palermo dalle monache del Convento della Martorana. La sua realizzazione è, senz’altro, molto più facile.

Questi gli ingredienti:

Per la pasta frolla:

FARINA, 500 gr.

ZUCCHERO 200 gr.

BURRO, 200 gr.

UOVA INTERE, 2 più 1 TUORLO

BUCCIA di 1 LIMONE grattugiata

LIEVITO, ½ bustina

SALE, 1 pizzico

VANIGLINA, 1 bustina

Per il ripieno:

RICOTTA, 600 gr.

ZUCCHERO, 300 gr.

GOCCE di CIOCCOLATA, a piacere

FRUTTA CANDITA, a piacere

PAN di SPAGNA, 1 disco ( facoltativo), preparato prima, secondo la ricetta preferita.

Per prima cosa prepariamo la crema di ricotta. Lavoriamola con lo zucchero e lasciamola scolare in un colapasta (foderato da un tovagliolo) per molte ore. Possiamo anche prepararcela il giorno prima. Una volta scolata, la passiamo in un setaccio in modo che non risulti granulosa. Fatto questo, uniamo il cioccolato ed i canditi. Per me, non deve mancare la “zuccata”, elemento principe della pasticceria palermitana! Prepariamo ( anche il giorno prima) un piccolo pan di spagna, che ci servirà all’interno della cassata. Esiste, però, anche la variante senza pan di spagna, cosa che semplifica parecchio la preparazione. Ora è la volta dell’involucro di pasta frolla: uniamo tutti gli ingredienti, impastiamo e, formata una palla, la lasciamo riposare, avvolta in una pellicola, in frigorifero per una mezzora. Trascorso questo tempo dividiamo in due parti la pasta frolla e, con una delle due, stendiamo un bel disco sottile che servirà a foderare il fondo e i lati della teglia opportunamente imburrata. Bucherelliamo il fondo con i rebbi di una forchetta e poniamoci sopra uno strato sottile di pan di spagna che servirà ad assorbire l’umidità rilasciata dalla crema di ricotta. Come ho già detto, il pan di spagna è facoltativo. A questo punto riempiamo fino al bordo con la nostra crema, ricoprendo con un altro disco di pasta frolla. Tagliamo i bordi eccedenti e chiudiamo ben bene compattano il contorno. Bucherelliamo la superficie e inforniamo in forno già caldo a 180° per circa 40-50 minuti. La frolla deve risultare ben colorita. Usciamo dal forno e, dopo un quarto d’ora, capovolgiamo il dolce su un piatto. Lasciamolo raffreddare, spolverizziamo con abbondante zucchero a velo e decoriamo a piacere con della cannella in polvere. 

Serviamo la cassata a fette, accompagnando con del vino dolce siciliano tipo zibibbo, moscato o malvasìa.

Se la fretta, o la pigrizia vi impediscono di cucinare e desiderate assaggiare questa prelibatezza venite a trovarci. 

HOME FOOD LE POIANE - C/da Manganello 2, San Piero Patti. Per prenotazioni (max 6 persone): Tel 0941-661698  / 320-035629  https://www.facebook.com/homefoodlepoiane