Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

| Librizzi | I 100 anni di Domenico Sereno, u furgiaru

Categoria: Società
Pubblicato Domenica, 19 Luglio 2015 14:22
Scritto da Filippo Accordino
Visite: 1261
Domenico Sereno, il nonno di Librizzi (foto Carmelo RIfici)

Cento anni e non dimostrarli. A incontrare don Mico Sereno, classe 1915, artigiano librizzese, sembra proprio di vedere un anziano di non oltre ottant’anni. E invece proprio ieri, in un noto locale di Colla Maffone, l’intera comunità Librizzese ha reso omaggio al suo secolo di vita. Domenico Sereno nasce a Librizzi allo scoppio della prima guerra mondiale. Al secondo grande conflitto viene chiamato alle armi e passa lunghi anni tra la guerra in Africa e la successiva prigionia. È al suo ritorno a Librizzi che decide di restare in quest’angolo di Sicilia evitando di emigrare altrove. Fonda un’officina per la lavorazione dei metalli con suo fratello. Sono tempi duri quelli del dopoguerra, ma la sua tenacia fa sì che quest’attività possa proseguire negli anni diventando un punto di riferimento nella zona, passando da una lavorazione prettamente manuale a tecniche e materiali più moderni. Il nonno di Librizzi crea una famiglia con la moglie Annita e prosegue nel suo cammino con la fiducia e la pacatezza d’animo che lo contraddistinguono ancora oggi. Custode di tecniche antiche, ha continuato a lavorare il ferro battuto fino ad alcuni anni fa. Alla festa numerose fotografie esposte a ripercorrere le tappe della sua vita e gli omaggi delle autorità civili e religiose. A Domenico Sereno, alla sua famiglia e a suo nipote Salvatore Pantano, nostro direttore responsabile, le congratulazioni e gli auguri della redazione de “il Tocco”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA