Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

S.Piero Patti | Dopo il no allo Sprar si cercano nuove soluzioni per Villa Marià

Categoria: Politica
Pubblicato Giovedì, 21 Gennaio 2016 23:09
Scritto da Filippo Accordino
Visite: 1359
Casa di riposo: quando una soluzione?

Riparte da zero la ricerca di soluzioni per garantire un futuro alla casa di riposo Villa Marià. Questa sera il consiglio comunale sampietrino, riunito in seduta urgente, non ha potuto far altro che ratificare quanto massicciamente espresso nella consultazione popolare dello scorso fine settimana. Nonostante vi abbia partecipato solo il 18% dell’elettorato, è emerso un dato chiaro di forte indirizzo per il civico consesso, e cioè la non condivisione popolare nell’attuare un progetto Sprar al secondo piano della casa di riposo.
Quella che dall’amministrazione era considerata un’operazione risolutiva, inadeguata secondo molti consiglieri, è così sfumata lasciando il piatto vuoto nell’attesa e nell’urgenza di trovare una nuova soluzione. Come ricordato dall’assessore al bilancio Salvatore Taranto, in questo momento la Casa di Riposo funziona in un regime di straordinarietà che comporta pesanti costi che gravano sulle casse comunali. Una situazione di precarietà che deve essere risolta al più presto nonostante da più di un anno la questione sia al vertice degli impegni della politica sampietrina. Il consiglio comunale, al fine di elaborare un’idea rapida e condivisa, si riunirà in via informale nei prossimi giorni, per valutare nuove prospettive e vagliare ipotesi, in vista di un probabile nuovo bando di gara per l’affidamento della struttura. Nella speranza che sia la volta buona dopo un anno di dibattito e due procedure di gara andate deserte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA