Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

S. Piero Patti | Giunta ai minimi termini: il sindaco revoca l'assessore Massimo Natoli

Continuano gli scossoni all'interno di quello che rimane della giunta Trovato e oggi a cadere, questa volta per decisione dello stesso primo cittadino, è il mandato assessoriale affidato a Massimo Natoli. Nel primo pomeriggio la Trovato ha firmato il provvedimento di revoca delle deleghe che Natoli deteneva dal settembre del 2014 (politiche del lavoro, pubblica istruzione e attività produttive a cui recentemente si erano aggiunte anche sport, turismo e spettacolo).

A convincere il sindaco di questa nuova scelta, evidentemente, lo scontro interno al suo gruppo venuto fuori con maggiore dirompenza negli ultimi giorni (in particolare dopo il consiglio comunale ad alta tensione di giovedì scorso) e corroborato dalle dimissioni "a sorpresa" (ma non a parere di tutti) del vicesindaco Giuseppe Interdonato, membro storico del gruppo Trovato fin dal 2007. Proprio la scorsa settimana l'ex vicesindaco Interdonato e l'assessore Taranto avevano affidato ad una lettera al sindaco una serie di considerazioni di tipo politico sugli ultimi orientamenti dell'amministrazione Trovato non risparmiando critiche al modus operandi dell'assessore Natoli, definito «incompatibile» rispetto allo spirito del gruppo Noi per S. Piero. 

Con questa revoca la giunta risulta quasi totalmente azzerata. Resta in sella solo l'assessore al bilancio Salvatore Taranto anche lui firmatario della lettera-"ultimatum" per il rilancio dell'amministrazione letta giovedì sera in consiglio. Il sindaco, come confermato, dovrà procedere alla nomina al più presto di almeno due assessori. Ed è già partito il toto-nomine, tra chi parla di possibili promozioni assessoriali per uno o due consiglieri del gruppo "Noi per S. Piero" e la possibilità di qualche new entry. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA