Questo sito, www.iltocco.eu, utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Leggi l'informativa per saperne di più.

S. Piero Patti. Estate tra arte, artigianato e la riscoperta della bachicoltura.

Categoria: Cultura
Pubblicato Martedì, 08 Luglio 2014 13:13
Scritto da Salvatore Pantano
Visite: 1282

Continua con successo l’esposizione “Mostra & diMostra” organizzata dal centro anziani e dal comitato degli artigiani sampietrini nei suggestivi ambienti del convento dei carmelitani calzati. Sono state già centinaia le visite nelle ultime settimane da parte di turisti e curiosi che hanno avuto modo di ammirare quanto di bello e creativo nasce dalle mani degli artigiani del piccolo centro nebroideo e degli appassionati che per hobby si dilettano a creare piccoli capolavori. Adesso si entra nel vivo della stagione estiva e gli organizzatori puntano ad aumentare le presenze per far conoscere meglio quel piccolo tesoro architettonico che è il convento del Carmine. Oltre al consueto orario di apertura del week-end (sabato e domenica dalle 16 alle 21), la mostra dal 15 luglio al 20 agosto sarà visitabile tutti i giorni dalle 16 alle 21. Inoltre per questa estate il convento ospiterà un altro interessante evento culturale organizzato dall’associazione Schegge d’arte guidata dallo scultore sampietrino Milo Floramo. “Percorso emozionale attraverso i sensi” è il titolo dell’evento che il sodalizio sampietrino ha riservato per quest’anno a tutti gli amanti dell’arte. Alla base, la collettiva di arti visive (pittura, scultura e fotografia) che si svolgerà proprio al convento dal 27 luglio al 13 agosto nelle sale al piano superiore. Inoltre sono compresi altri interessanti eventi come una performance contro la violenza sulle donne (6 agosto al convento) e l’attesa terza edizione del Simposio di scultura che si svolgerà dal 2 al 20 agosto sulla passeggiata di via Nino Dante e che vedrà la partecipazione  di molti artisti che daranno vita alle loro opere davanti agli occhi dei visitatori. Sarà in scena in piazza Duomo invece un’altra performance d’arte, l’Action painting, il 7 e 8 agosto. Chi ama l’arte e la creatività quest’estate dovrà per forza fare una capatina a S. Piero Patti per assistere ad eventi davvero unici per il comprensorio... Tornando a parlare del convento dei carmelitani e dell’impegno degli artigiani e del centro anziani, è da segnalare l’interessante iniziativa che è stata intrapresa contemporaneamente alla mostra e che ha come protagonista l’allevamento tradizionale del baco da seta. Da diverse settimane, infatti, alcuni volontari sono impegnati nella creazione del ciclo produttivo della seta, con l’allevamento del baco (Bombix mori) e la diretta produzione dei preziosi bozzoli dai quali ricavare la seta da filare. L’idea è quella di ricreare, a scopo non solo divulgativo ma anche sperimentale e produttivo, la filiera della produzione casalinga della seta. Produzione, questa, diffusa un tempo nelle vallate dei Nebrodi e che per certi periodi rappresentò anche un’importante fonte di reddito per le famiglie contadine. L’allevamento del baco era presente anche nel territorio sampietrino diversi decenni fa ed era legato alla coltura del gelso, unico cibo di cui si nutrono le larve o bachi. Oggi gli organizzatori della mostra hanno ricreato in piccolo, all’interno dei locali del convento, un allevamento di bachi che hanno già dato i loro “frutti” cioè la produzione di tanti bozzoli dai quali, nei prossimi giorni, le mani esperte di alcune ricamatrici e tessitrici che attualmente espongono alla mostra, trarranno il prezioso filo di seta. L'appuntamento con la filatura della seta è per questo sabato, 12 luglio, dalle 18.30. Un percorso di storia contadina e artigianale davvero interessante soprattutto per i più piccoli ma anche un progetto che oggi è solo all’inizio e che potrebbe avere sviluppi in futuro. © RIPRODUZIONE RISERVATA